sabato 3 novembre 2012

Tenerezza e orgoglio

L'altra sera Papozzo era in preda ad uno di quegli strani malori non ben definiti che rendono la classe dei mariti temporaneamente inabili a qualsiasi gesto, movimento o discorso.
Non ha cenato, lamentava mal di testa e freddo, ma non mi sembrava scottasse.
Dopo essere rimasto sul divano coperto con un pile di Winnie the Pooh per un paio di orette (concedetemi l'immagine decisamente bucolica), si è trascinato silenziosamente a letto, senza proferire verbo.
Ad essere sincera mi ero anche preoccupata.
Appurato quindi che docciare le gnome sarebbe toccato a me sola soletta, mi sono organizzata e, dopo aver lavato e pigiamato le tre fanciulle in un tempo record, le ho piazzate in salotto, splatterate su divani e poltrone, cosparse con vari personaggi Disney sotto forma di copertine, e mi sono defilata per una veloce pausa rilassante sotto un bollente getto di acqua.
Quando sono tornata dalle gnome, ho trovato la grande che, con fare dolcissimo, sistemava sul divano e copriva con cura attentissima la micrognoma, dopo averla tolta dalla poltrona dalla quale stava scivolando, essendosi addormentata in una posizione improponibile.
Ho provato una tenerezza infinita e contemporaneamente un orgoglio ridondante per la mia settenne, così matura e responsabile verso le sue sorelline, tanto da fare le mie veci in quel breve lasso di tempo. E mi sono commossa.

18 commenti:

  1. Risposte
    1. Benvenuta!
      Già: me la sono mangiata di baci!!!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Benvenuta anche a te!
      Come darti torto?

      Elimina
  3. Che dolce... Posso solo immaginare la meraviglia di questa scena e la tua commozione... Io mi sciolgo sei il mio piccolo "Teppistello" si degna di farmi una carezza... figuriamoci tu... :o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi sono liquefatta proprio!!!:D

      Elimina
  4. Bello! All'inizio credevo che la tenerezza fosse nei confronti di Papozzo! Questi mariti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, mi ha fatto un po' preoccupare anche lui, anche se supponevo fosse solo molto stanco...

      Elimina
  5. La cosa che mi rende più felice e orgogliosa dei miei figli è quando dimostrano la solidarietà che racconti in questo post. Come mamma vuol dire che sei stata un ottimo esempio.
    p.s. Nel mio caso, un marito simil-tuo, fa da esempio al mio maschietto in alcuni atteggiamenti (ma noi signorine ci stiamo lavorando!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Papozzo è circondato da donnine che già lo sgridano!! Sai com'è, anche in questo caso mi prendono come esempio! ;D

      Elimina
  6. Mamma emozionata e orgogliosa perchè la bimba ripete i tuoi gesti, senza dubbio!

    Nella fretta della quotidianità è un piacere osservare un gesto tenero e immaginare che sia frutto di un buon esempio.

    alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grande piacere!
      Grazie per il complimento.

      Elimina
  7. Le donne sono grandi, anche quando sono piccole! ;)

    RispondiElimina