sabato 7 luglio 2012

Triste epilogo

Catta non ce l'ha fatta a partorire da sola, ho dovuto mettermi un paio di guanti ed aiutarla.
Nemmeno io, però, ho risolto il problema: Papozzo l'ha messa in una gabbia che usavamo anni fa per portare i cuccioli a fare i vaccini e l'ha portata dal veterinario. Le gnome in attesa, mi chiedevano di telefonare per avere notizie.
Per loro è stata un'esperienza nuova, mi riempivano di domande, a cui non sapevo dare risposte...

"Mamma, ma poi il Papozzo la riporta a casa subito?"
"Ma come fa il veterinario a farle uscire i gattini?"
"E porta a casa i gattini?"
"Dov'è Catta?"
"Ma li porta a casa anche se sono morti?"

Dopo una lunga attesa, Papozzo rientra. Ci guardiamo, scuote la testa.
"Non ce l'ha fatta..."
La gnoma grande inizia a piangere, lei che con la povera creatura aveva stretto un legame forte, lei che la proteggeva dalle angherie della micrognoma, che se la coccolava in braccio anche con 36 gradi all'ombra.
Papozzo si siede in poltrona e, contornato da sei occhi più o meno lucidi, spiega dettagliatamente come è andata.
"Il dottore le ha fatto il cesareo, le ha tagliato la pancia per tirare fuori i micini, che erano tre, ma erano già morti. Poi l'ha ricucita, e ha detto che era andato tutto bene, ma poi lei ha iniziato a non respirare più, e allora le ha fatto il massaggio cardiaco, e delle punture, ma non ce l'ha fatta..."
Poi, rivolto a me:"Sembrava di vedere una puntata di E.R. veterinario... Ha avuto un collasso. C'è rimasto male anche il veterinario; sembrava tutto ok, invece, all'improvviso..."
"Adesso Catta è in cielo, su una nuvoletta..."

12 commenti:

  1. Monica racconta la storia del Ponte Arcobaleno che congiunge la terra con il Paradiso degli animali io ci ho fatto un post
    http://mementosolonico.blogspot.it/2012/07/anche-loro-hanno-un-paradiso.html
    Ma trovi tanto altro sul web nel video che ho ho messo ce anche la musica.
    Un bacio ai gnomi ciaooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dire, con il video ho pianto io, figurarsi quando lo farò vedere alla gnoma grande...
      Grazie, è una storia bellissima.

      Elimina
  2. Mi dispiace per le tue bambine. Ricordo ancora il dolore provato da piccola quando è morto il cagnolino di mia nonna a cui ero molto affezionata. Ma poi passa e rimarrà un bel ricordo. Pverina, però, che sfortuna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi la gnoma grande guardava le poche foto che abbiamo fatto...

      Elimina
  3. Che tristezza! :(
    Mi dispiace davvero tanto, per la tua gatta e per la sofferenza delle tue bambine.
    Io, che amo moltissimo la mia gatta, sono triste insieme a voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è stato un brutto colpo, anche perchè inaspettato...

      Elimina
  4. noooo Monica! sebbene siano animali, so quanto ci si può legare e poi le tue bimbe si aspettavano un momento di gioia. un forte abbraccio alle gnome

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece al posto della gioia per i nuovi arrivati, c'è stata la tristezza per la perdita.
      Una lezione di vita, a suo modo...

      Elimina
  5. Come vi capisco!
    http://velmaandco.blogspot.it/2011/09/ode-al-curinni.html

    RispondiElimina